Un cocktail sorseggiato a fine serata è la migliore alternativa per chiudere un pasto, brindare con amici ed assaporare note alcoliche. Ma i cocktail sono indicati anche come accompagnamento per le più disparate pietanze, dolci e salate: il cibo che gustiamo e il drink che sorseggiamo possono donare un sapore armonico al nostro palato e abbinarsi alla perfezione, regalandoci sorprendenti combinazioni di gusto. Dallo Spritz al Cosmopolitan, ecco quali sono i cibi più adatti per i più diffusi drink.

Come abbinare cocktail e cibo: dallo Spritz al Gin Tonic

Cocktail e cibo sono una combo perfetta per regalarci un’esperienza di gusto indimenticabile. Dagli aperitivi post-lavoro alle cene in compagnia di amici, spesso accompagniamo le pietanze con un calice di vino, ma anche i drink possono combinarsi alla perfezione con quello che ordiniamo da mangiare o che cuciniamo a casa. Ci sono numerosi abbinamenti indicati per accostare ai più popolari cocktail il miglior cibo d’accompagnamento, creando una commistione armonica di aromi e sapori che si incastrano alla perfezione.

Lo Spritz, cocktail per eccellenza dell’aperitivo degli italiani, ha un sapore talmente delicato che si sposa perfettamente con pietanze a base di pesce, come il tonno e il salmone. Inoltre, per la sua consistenza leggera, è adatto anche alle migliori stuzzicherie d’aperitivo, dalle olive ai pomodorini, per aprire lo stomaco in attesa del pranzo o della cena. Un altro classico, il Mojito, è invece indicato per cibi speziati, come tacos o carni accompagnate da salse piccanti: con il lime, lo zucchero e la menta, questo cocktail dona freschezza al palato e lo ripulisce dai toni accesi delle pietanze gustate.

Un cocktail che invece è a tutto pasto, adatto dunque per essere sorseggiato in qualsiasi occasione e che non stanca mai, è il Gin Tonic. Il suo sapore dona freschezza al palato e si abbina perfettamente a un pasto completo di carne o di pesce, ma anche a primi piatti: trattasi infatti di uno dei drink più versatili in circolazione.

Cocktail e pietanze dolci: i vantaggi del Cosmopolitan e del Manhattan

I cocktail, tuttavia, non si abbinano soltanto alle preparazioni salate ma anche a quelle dolci. Il Cosmopolitan, per esempio, è indicato in particolare per dessert alla frutta o al cioccolato: il suo gusto, che unisce dolcezza ed acidità in un armonico contrasto di sapori, si abbina infatti a queste tipologie di dolce. La versatilità è invece la caratteristica principale del Manhattan che, se da un lato può essere accompagnato a preparazioni speziate e piccanti, dall’altro si sposa perfettamente con dolci al cioccolato o dalle note d’arancia.

La combinazione tra cocktail e cibo, se adeguatamente bilanciata nei sapori, regala un’armonica esperienza di gusto tutta da vivere. L’importante è saper creare i giusti contrasti, prendendo in considerazione gli ingredienti simbolo del drink e successivamente valutare a quale preparazione, dolce o salata che sia, si può abbinare.

Per un’imperdibile esperienza di gusto, il consiglio è quello di assaggiare i cocktail di Smile Tree a Torino: uno scrigno di aromi e sapori che, almeno una volta nella vita, merita di essere assaporato.

Previous Next
Close
Test Caption
Test Description goes like this
This site is registered on wpml.org as a development site.